La richiesta di informazioni stata inviata correttamente.
Vi risponderemo il pi presto possibile.

Iscriviti alla nostra newsletter





 Edilizia
 Garden
 Industria

Dichiaro di aver letto l'informativa ricevuta ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n. 196/2003 e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.


 Acconsento

Barbitank per 
il Menaggio & Cadenabbia Golf Club

Il Menaggio & Cadenabbia Golf Club, incastonato tra le colline di Grandola  (Co) e a due passi dal Lago di Como, è da oltre un secolo uno dei Golf Club più amati dagli appassionati del green. Nato nel 1907 per volere di quattro gentiluomini inglesi, ha conservato negli anni il suo fascino, divenendo, nel 1961 di proprietà italiana, più precisamente della famiglia Roncoroni. Fu proprio Antonio Roncoroni a fondare la PGA Italiana, elevando lo sport a livello professionale, e a ridisegnare il campo. Da allora, sempre più golfisti si sono dati appuntamento a Menaggio e, nel tempo, il campo ha richiesto diversi interventi, di manutenzione e miglioramento.
L’ultimo, quest’anno, ha visto il restyling di due green, precisamente della buca 12 e della 18, che non rispondevano più agli standard qualitativi e vegetativi del percorso: erano, infatti, datati e con una scarsa capacità di scambio cationico, necessario per la sopravvivenza delle specie arboree. Un meticoloso studio del terreno ha preceduto il rifacimento, poiché i green sono posizionati in aree con forte presenza, nelle immediate vicinanze, di alberi ad alto fusto. Un aspetto non secondario, visto che le radici delle piante tendono ad assorbire l’acqua e gli elementi nutritivi dell’erba, generando forti scompensi e compromettendo lo stato del prato del green, il più nobile e delicato dell’intero campo, che va preservato e curato con particolare attenzione. Per poter ricreare i green nelle medesime posizioni originali ed in salute occorreva, quindi, utilizzare un sistema, denominato “vasca”, che contenesse l’avanzamento delle radici degli alberi. Si è provveduto, pertanto, a modellare la base del green con le quote stabilite in fase progettuale; dopodiché, prima di procedere con lo USGA SYSTEM (il sistema di handicap della United States Golf Association) ed alla posa dei drenaggi, allo strato di 15 cm di ghiaietto e a 35 cm di topsoil, sono stati isolati i green con Barbitank, il sistema per la subirrigazione di Barbiflex costituito da un telo nontessuto di alta qualità, abbinato ad un foglio polietilene impermeabile e a un telo raffia antialga. I ben 3500 mq metri del geotessile sono stati stesi e saldati con il kit di fissaggio fornito da Barbiflex, per conseguire la massima efficacia. Il kit comprende un rotolino di polietilene ed un sigillante butilico, che chiudono ermeticamente i teli sovrapposti di Barbitank, rendendolo impermeabile al 100%. Barbitank consente di ottenere un forte risparmio idrico, unito ad una distribuzione ottimale della soluzione nutritiva e dell'acqua irrigua, e garantirà negli anni la buona salute del green: le radici degli alberi non avranno la possibilità di arrivare a contatto con quelle dell’agrostide e non assorbiranno gli elementi nutritivi sparsi sulla superficie del green, quali fertilizzanti ed acqua, necessari alla sopravvivenza ed alla salubrità del green stesso. Barbitank assicura, inoltre, la riduzione di funghi e patogeni, che insorgono con la presenza elevata di elementi organici decomposti.
Una significativa opera di manutenzione straordinaria, dunque, per un campo di golf che, seppur fedele all’originario English style, si è affidato alla qualità dei prodotti totalmente made in Italy di Barbiflex, azienda di riferimento nel settore dei nontessuti, in grado di offrire soluzioni su misura.

 

Barbiflex Srl - Via Lombardia, 27 - Carate Brianza (MB) - Partita IVA 00824630966
Sede legale: Via Lombardia, 27 - 20841 - Carate Brianza (MB) - CCIAA - 1095700 Trib.Monza 21836
Telefono:+39.0362.992342 - FAX:+39.0362.991475

Utilizzando il sito, accetti che questo possa impostare cookie per consentire una migliore navigazione